L’Azienda e la Storia

CANTINA VILLA PICCOLA

Storia dell’Azienda e dei vini

L’azienda agricola Villa Piccola situata nella zona di Faedo (TN) nasce nel 1991 dalla passione della famiglia Rossi per la viticoltura e per il territorio trentino.

Con una superficie vitata lavorata che supera di poco i 5 ettari,  “Villa Piccola”, consapevole di essere una piccola realtà, si concentra sulla ricerca costante nel vigneto ed in cantina e sulla qualità sempre alta dei propri prodotti.
Sette preziosi vini, tra bianchi e rossi, testimoni della territorialità e dell’impegno del padre Arduino e del figlio Carlo, vengono proposti alle enoteche e alla ristorazione nazionale e internazionale. Le tre linee di vini Silbrarii, Arcentarie e Trey raccolgono il vanto vitivinicolo di questo territorio: tra i vini bianchi spiccano: Chardonnay e Traminer aromatico, tra i rossi si distinguono l’ottimo Pinot Nero e il Lagrein, entrambi maturati in piccole botti di legno per circa 1 anno. Le particolari denominazioni delle due linee di vino sono da ricercarsi nella storia del nostro territorio.

 

The winery Villa Piccola was founded in 1991 by the Rossi family. The passion for vine-growing and for the territory made the project for the new winery possible and a whole family dream came true. Villa Piccola presents eight precious wines, examples of the strong bond to the local territory and of the constant care for the vineyards. Eight great products introduce Villa Piccola to the restaurants and to the national and international markets.
Quality is always preferred to quantity. Villa Piccola, aware of being a rather small reality believes and invests in a constant quality research, in the vineyards as well as in the cellar, with the result of being always up-to-date and ready to welcome new growing and wine-making techniques.
The labels Silbrarii and Arçentarie boast the best wines produced in Trentino: among the white wines Chardonnay and Traminer Aromatic need a special mention, among the reds the wooden aged Pinot Noir and Lagrein excel.

Silbrarii erano i cercatori d’argento che a Faedo, il luogo dove noi coltiviamo le nostre uve e produciamo i nostri vini, centinaia di anni fa si prodigavano nella ricerca e nell’estrazione di questo prezioso minerale.

Arçentarie invece deriva da “Liber de postis montis Arçentarie” ovvero il più antico codice minerario d’Europa che raccoglie le disposizioni per lo sfruttamento delle miniere di Trento ed è considerato il primo codice alpino di diritto minerario. Fu voluto a Trento dal Vescovo Federico Wanga fra il 1208 e il 1214.

Questo intrinseco e naturale legame con la terra, esalta la posizione dell’Azienda nel territorio di Faedo, che ogni anno ci regala delle splendide vendemmie e ci permette di produrre dei meravigliosi vini che spero abbiate l’opportunità di assaggiare e magari provare nei Vostri locali.

Uno spazio particolare occupa il Trey (vino rosso), una nostra creatura prodotta da tre vitigni: Rebo, Sennen e Merlot.

Il Rebo è un vitigno autoctono del Trentino frutto delle ricerche e delle sperimentazioni del genetista Rebo Rigotti, che fu Sperimentalista dell’ Istituto Agrario di San Michele all’ Adige. È un incrocio di Merlot x Teroldego ed il suo nome scientifico è Incrocio Rigotti 107.3; è stato selezionato nel 1948 e dopo numerose prove e vinificazioni è stato iscritto al “Catalogo nazionale delle Varietà di Vite”.

Il Sennen è anch’ esso stato selezionato da Rebo Rigotti ma è stato autorizzato nel Trentino solo di recente. E’ un incrocio Merlot x Terlodego come il Rebo, solo che sono stati usati dei cloni diversi dei suddetti vitigni. E’ considerato il “fratello” del Rebo e scientificamente è denominato Rigotti 107.2.